Eni, successo per il primo test HTS per confinamento plasma nella fusione magnetica

Eni ha comunicato che CFS (Commonwealth Fusion Systems), società spin-out del Massachusetts Institute of Technology di cui Eni è il maggiore azionista, ha condotto con successo il primo test al mondo del magnete con tecnologia superconduttiva HTS (HighTemperature Superconductors) che assicurerà il confinamento del plasma nel processo di fusione magnetica. La fusione a confinamento magnetico – spiega il Cane a sei zampe – “è una fonte energetica sicura, sostenibile e inesauribile che riproduce i princìpi tramite i quali il Sole genera la propria energia, garantendone una enorme quantità a zero emissioni e rappresentando una svolta nel percorso di decarbonizzazione“.

“Lo sviluppo di tecnologie innovative è uno dei pilastri su cui poggia la strategia di Eni volta al completo abbattimento delle emissioni di processi industriali e prodotti, nonché la chiave per una transizione energetica equa e di successo – ha commentato l’AD Claudio Descalzi – Per Eni, la fusione a confinamento magnetico occupa un ruolo centrale nella ricerca tecnologica finalizzata al percorso di decarbonizzazione, in quanto potrà consentire all’umanità di disporre di grandi quantità di energia prodotta in modo sicuro, pulito e virtualmente inesauribile e senza alcuna emissione di gas serra, cambiando per sempre il paradigma della generazione di energia e contribuendo a una svolta epocale nella direzione del progresso umano e della qualità della vita”.

Sulla base dei risultati del test, CFS ha confermato la propria roadmap, che prevede la costruzione entro il 2025 del primo impianto sperimentale a produzione netta di energia denominato SPARC e successivamente quella del primo impianto dimostrativo, ARC, il primo impianto capace di immettere energia da fusione nella rete elettrica che, secondo la tabella di marcia, sarà disponibile nel prossimo decennio.

ULTIME NEWS

Chi beneficia del riscaldamento globale

Parla Stephan Eugster, Impact Analyst di Vontobel 55% - questo è di quanto la Commissione europea vuole ridurre le emissioni di gas serra dell'Unione Europea entro...

Clima, parte alla Casa Bianca il summit virtuale mondiale voluto da Biden

A meno di due mesi dalla Cop26, il vertice Onu di Glasgow Al via alla Casa Bianca il summit virtuale su clima ed energia promosso...

NOTIZIE DELLA STESSA CATEGORIA

Chi beneficia del riscaldamento globale

Parla Stephan Eugster, Impact Analyst di Vontobel 55% - questo è di quanto la Commissione europea vuole ridurre le emissioni di gas serra dell'Unione Europea entro...

Clima, parte alla Casa Bianca il summit virtuale mondiale voluto da Biden

A meno di due mesi dalla Cop26, il vertice Onu di Glasgow Al via alla Casa Bianca il summit virtuale su clima ed energia promosso...

Il buco dell’ozono ora è più grande dell’Antartide

Lo indicano i satelliti del programma europeo Copernicus Il buco dell'ozono quest'anno ha raggiunto un'estensione superiore a quella dell'Antartide, una delle più grandi e profonde...

Robeco lancia il Next Digital Billion Fund per beneficiare dell’adozione di Internet su vasta scala nei mercati emergenti

Anticipando il trend della prossima ondata di utenti di Internet, che si trovano per la maggior parte nei paesi emergenti, Robeco ha lanciato uno dei...
Pubblicità

NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?