I Nas oscurano 30 siti che vendevano farmaci online per il coronavirus

Offerta anche l’ivermectina, l’antiparassitario utilizzato che l’Ema raccomanda di non utilizzare

Trenta siti, presenti su server esteri, sono stati oscurati dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute perché venivano pubblicizzati o offerti in vendita, anche in lingua italiana, vari farmaci contro il covid 19.

Tra i farmaci anti covid offerti e venduti dai siti oscurati vi erano alcuni approvati dall’Aifa solo per un utilizzo “off label”, cioè in particolarissimi casi e solo sotto stretta osservanza medica, mentre altri addirittura esplicitamente vietati come farmaci anti covid in quanto potenzialmente dannosi. Tra i farmaci pericolosi individuati dal Nucleo dei Carabinieri per la tutela della salute, vi erano ad esempio l’ivermectina, per la quale l’EMA ha già emesso da tempo una raccomandazione di non utilizzo per la prevenzione o il trattamento di Covid-19 al di fuori degli studi clinici. Si tratta di un medicinale per anni usato con successo per debellare vermi e parassiti, in particolare negli animali come i cavalli ma assolutamente non efficace contro la covid. In Usa diverse persone sono state ricoverate dopo aver assunto dosi di questo farmaco preparate per gli animali.

Tra gli altri farmaci in vendita anche l’antibiotico azitromicina, l’antinfiammatorio colchicina, per il quale sempre l’Aifa ha autorizzato uno studio per la sola sperimentazione clinica nel trattamento del Covid-19; gli antivirali lopinavir/ritonavir e l’antimalarico idrossiclorochina, un altro farmaco in che ha alimentato spesso le speranze dei no vax e che per il quale l’Agenzia regolatoria ha emanato precise restrizioni e raccomandazioni circa l’utilizzo off label. Infine tra i medicinali presentati sui siti oscurati anche l’indometacina, antinfiammatorio non steroideo impiegato nel trattamento delle malattie articolari degenerative, e ranitidina, utilizzata per la cura dell’ulcera gastrica o del reflusso gastroesofageo.

Con questi oscuramenti salgono a 313 i provvedimenti sinora eseguiti dai Nas nel 2021 per la vendita di farmaci online. “Invitiamo i cittadini a diffidare delle offerte in rete di medicinali e prodotti non autorizzati o di dubbia provenienza, ricordando che la vendita on line di farmaci soggetti a obbligo di prescrizione è assolutamente vietata e che, per quanto concerne l’offerta in vendita dei medicinali senza obbligo di prescrizione, è necessario verificare sempre la presenza del previsto logo identificativo nazionale cliccando il quale si viene rimandati alla pagina web del sito internet del Ministero della Salute contenente i dati relativi all’autorizzazione” spiegano i Nas.

ULTIME NEWS

La Commissione invita a mettere la sostenibilità al centro dei sistemi di istruzione e formazione Ue

Open Doors Day in Strasbourg. Raising of the flags - Opening ceremony. La Commissione ha pubblicato una proposta di raccomandazione del Consiglio sull'apprendimento per la...

Grenoble Capitale verde europea 2022: il Commissario Sinkevičius alla cerimonia di apertura

Da oggi Grenoble è diventata ufficialmente Capitale verde europea per il 2022, succedendo alla città finlandese di Lahti. La cerimonia di apertura si è...

NOTIZIE DELLA STESSA CATEGORIA

La Commissione invita a mettere la sostenibilità al centro dei sistemi di istruzione e formazione Ue

Open Doors Day in Strasbourg. Raising of the flags - Opening ceremony. La Commissione ha pubblicato una proposta di raccomandazione del Consiglio sull'apprendimento per la...

Grenoble Capitale verde europea 2022: il Commissario Sinkevičius alla cerimonia di apertura

Da oggi Grenoble è diventata ufficialmente Capitale verde europea per il 2022, succedendo alla città finlandese di Lahti. La cerimonia di apertura si è...

Confcommercio, i costi di elettricità e gas saliranno fino al 42% nel prossimo trimestre

La crisi che ha investito i mercati dell'elettricita' e del gas in Europa non ha paragoni con il recente passato ed ha una gravita'...

Belgio, accordo per investire 100 milioni di euro nel nucleare di nuova generazione

La coalizione politica al potere in Belgio avrebbe raggiunto un accordo nella notte per investire 100 milioni nel nucleare di nuova generazione, secondo un'anticipazione...
Pubblicità

NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?